Gallette Scelto Piemonte Aroma Company biscotti qualita italiana Visualizza ingrandito

Gallette - Scelto Piemonte, conf. 240gr.

ART53

Nuovo prodotto

Frollino artigianale tradizionale piemontese. Sono ideali da utilizzare come pane per colazione, merende e spuntini; si possono scaldare in forno per qualche minuto per renderle più fragranti.

Confezione: sacchetto trasparente

Ingredienti: Farina grano tenero  00, zucchero, latte intero, burro, uova fresche, lievito in polvere.

Fornitore: Scelto Piemonte

Confezione da 240gr.

Biscotti per bar e uso casalingo

Maggiori dettagli

4,07 € tasse incl.

Dettagli

Ecco, in sintesi, come sono cambiate le abitudini per la colazione degli italiani dagli Anni 30 a oggi.


Tra le due guerre e fino agli Anni 50: gli avanzi della sera prima, salati
La prima vera grande omologazione degli italiani si è avuta durante la Prima guerra mondiale, quando i soldati, nelle razioni, trovavano cioccolata, gallette, caffè e latte. Erano abituati agli avanzi della sera prima come qualche fetta di un salume o di pesce affumicato, pezzetti di polenta e di formaggio, pane, per un quasi pasto da consumare di solito a metà mattina, dopo alcune ore di lavoro, e da farsi bastare fino a sera. La colazione era sbilanciata verso i grassi, ed era per lo più salata (i dolci erano un alimento di lusso, da riservare alle occasioni speciali), ma il dispendio di energie faceva sì che il giro vita restasse migliore di quello odierno e la salute, da alcuni punti di vista, anche.

Anni 60: i dolci e i prodotti industriali diventano protagonisti
Inizia a farsi strada la colazione come la intendiamo oggi, basata su latte e caffè, prima offerto solo dopo pranzi e cene speciali. Negli anni del boom arrivano biscotti, burro, croissant, fette biscottate, creme da spalmare, merendine, miele, yogurt, cereali e anche la marmellata, fino a quel momento fatta solo in casa, diventa un prodotto industriale. I biscotti iniziano a diventare protagonisti, e nel 1964 nasce la crema alla nocciola più amata; compaiono anche orzo e cacao solubili: la colazione vira decisamente verso il dolce.

Anni 70: nasce la tendenza salutista
La prova? Il successo delle fette biscottate, prima prodotto di nicchia, chiamate “fette della salute”. Compaiono i primi prodotti “light”, e aumenta il successo dello yogurt, da affiancare sempre più ai biscotti e a croissant e merendine confezionate.

Anni 80: i primi segni di globalizzazione
Aumenta con la globalizzazione anche il desiderio di esplorare nuove vie, non necessariamente mediterranee. Il prodotto simbolo, in questo caso, sono i cereali in fiocchi, accompagnati da molti prodotti integrali e ricchi di fibre, crusca, avena e muesli. Cresce il consumo di dolci (addirittura del 36%), spinto anche dalla pubblicità, sempre più importante e, parallelamente, aumentano le esportazioni dei prodotti italiani da colazione.

Anni 90: più attenzione alla linea
La circonferenza media aumenta in tutti i paesi occidentali e, con essa, crescono le malattie del benessere. La risposta è pronta: anche nella prima colazione arrivano i prodotti “senza” (zuccheri, per esempio), “a basso tenore di” (grassi) o “con l’aggiunta di” (per esempio di fibre), e trovano sempre più spazio i cibi integrali, il miele, il latte scremato a scapito di burro e latte intero.

Anni 2000: viva la varietà!
Oggi la colazione è ancora più ricca e variata, e coloro che la saltano sono sempre meno (circa sette milioni, in diminuzione costante), perché il messaggio dell’importanza di questo pasto, veicolata tramite medici e campagne di informazione, sta passando. Accanto a tutti i prodotti degli anni novanta, gli italiani spesso aggiungono la frutta fresca, il pancarrè, i cereali completi, con frutta secca, le merendine e sempre i biscotti, che detengono saldamente il primato (li consumano quasi sei italiani su dieci), a tutte le età. Il caffè continua a dominare, ma negli ultimi anni è cresciuto molto anche il tè, accanto al latte e a tutte le bevande fatte dalle sempre più diffuse macchine per il caffè domestiche come il cappuccino e le tisane.

fonte: Corriere della Sera, Io Donna

Recensioni

Valutazione 
03/12/2015

ottime!!

Davvero ottime queste gallette. Sono leggere e gustose...per la prima colazione sono perfette. Io personalmente le abbino al caffelatte e ne mangio 7-8 al giorno. Le spalmo con marmellata di mirtilli o di arancia. L'energia che mi danno è quella giusta per iniziare la giornata con due bambine piccole.

    Scrivi una recensione!

    Scrivi una recensione

    Gallette - Scelto Piemonte, conf. 240gr.

    Gallette - Scelto Piemonte, conf. 240gr.

    Frollino artigianale tradizionale piemontese. Sono ideali da utilizzare come pane per colazione, merende e spuntini; si possono scaldare in forno per qualche minuto per renderle più fragranti.

    Confezione: sacchetto trasparente

    Ingredienti: Farina grano tenero  00, zucchero, latte intero, burro, uova fresche, lievito in polvere.

    Fornitore: Scelto Piemonte

    Confezione da 240gr.

    Biscotti per bar e uso casalingo